La maggior parte delle bellezze sono convinte che la perdita di capelli androgenetica sia una malattia esclusivamente maschile, e non minaccia le donne. Tuttavia, i tricologi forniscono statistiche allarmanti: negli ultimi 5 anni il numero di donne con una diagnosi deludente è cresciuto rapidamente.

Il gentil sesso, di fronte al problema della calvizie maschile, è ben consapevole di quanto sia difficile fermare una malattia progressiva e ripristinare il precedente spessore dei capelli. Si tratta di un’assunzione regolare di preparati speciali e di procedure costose per il ripristino dei follicoli piliferi, ma, soprattutto, si spendono cellule nervose in infinite esperienze per sbiadire la bellezza.

Cause di alopecia androgenetica nelle donne

Gli esperti chiamano diidrotestosterone, il principale nemico dei capelli, la forma biologicamente attiva dell’ormone maschile testosterone, che si forma direttamente negli “organi bersaglio” sotto l’influenza dell’enzima 5-alfa reduttasi.

Fatto storico

Persino il “padre della medicina”, l’antico medico greco Ippocrate, notò che non c’erano uomini pelati tra gli eunuchi. Questo è stato il motivo del “sospetto” degli ormoni sessuali in congiunzione con l’alopecia.

La malattia è anche conosciuta come alopecia androgenetica. In altre parole, la tendenza a una sovrabbondanza di ormoni maschili nel corpo può essere ereditata, di solito attraverso la linea materna.

Altre possibili cause di totale calvizie nelle donne

1. Squilibrio ormonale

Le variazioni dei livelli ormonali nelle donne possono essere causate da una serie di malattie e spesso accompagnano anche la gravidanza e il periodo della menopausa. Immediatamente dopo il parto, la caduta dei capelli di tipo maschile può raggiungere proporzioni catastrofiche, ed è durante questo periodo che una parte significativa dei capelli viene persa.

2. farmaci

Non è un segreto che il trattamento farmacologico di varie malattie può causare effetti collaterali. La terapia antitumorale, l’uso di antibiotici “forti”, i farmaci per il virus dell’herpes possono portare al deterioramento dei capelli e al diradamento dei capelli.

3. Stress

L’astuzia delle cellule nervose sta nel fatto che le conseguenze della loro morte compaiono solo dopo 2-3 mesi, quando la situazione è tornata alla normalità e tu hai già dimenticato il problema che stava disturbando. Le donne che hanno subito la perdita di capelli a causa dello stress cadono in un circolo vizioso: perdita di capelli – depressione dovuta al deterioramento dell’aspetto – una nuova ondata di perdita di capelli dovuta allo stress.

Come riconoscere l’alopecia androgenetica nelle donne: i sintomi

La perdita di capelli androgeni del gentil sesso può verificarsi sul tipo femminile o maschile.

L’alopecia femminile presenta sintomi meno gravi e può essere accompagnata da irsutismo, un fenomeno in cui compaiono segni maschili, ad esempio antenne, peli sulle mani, ecc.
La caduta dei capelli di tipo maschile si verifica quando il livello di androgeni è molto alto. I sintomi sono più pronunciati. La caduta dei capelli avviene a onde alternate a periodi di “calma”.
Il primo a “lasciare la nave” è il pelo dalla fronte della testa, poi la sommità della testa si assottiglia gradualmente. All’inizio, si nota una diminuzione del volume nella regione parietale: i capelli in questa zona diventano più sottili, si staccano. Mentre progredisce, l’alopecia colpisce anche i nuovi peli della pistola, il cuoio capelluto comincia a “brillare”, appare la calvizie.

È interessante notare che i riccioli nella parte posteriore della testa non sono sensibili al testosterone e non sono suscettibili di perdita da un eccesso di androgeni. Perché sta succedendo questo?

Le caratteristiche della reazione di varie zone della testa ad un aumento del livello degli ormoni maschili hanno una base biochimica. I follicoli piliferi situati nelle regioni occipitale e temporale hanno enzimi che convertono il testosterone in estradiolo, che non rappresenta una minaccia per i ricci. E la zona parietale è ricca di 5-alfa reduttasi, una sorta di catalizzatore per la produzione intensiva di diidrotestosterone.

Ormoni sessuali maschili e corpo femminile: qual è la relazione?

Gli inizi maschili e femminili sono presenti in ogni organismo. Una ragazza sana è dominata dagli ormoni sessuali femminili – estrogeni. Ma con alcune deviazioni dalla norma, la concentrazione di androgeni (ormoni sessuali maschili steroidi prodotti dalle ovaie nelle donne) supera un certo livello. In endocrinologia, questo squilibrio ormonale è chiamato iperandrogenismo.

L’iperandrogenismo è caratterizzato da un’eccessiva vegetazione sul viso e sul corpo, ingrossamento della voce, comparsa di acne e, naturalmente, assottigliamento dei capelli nell’area parietale.

Diagnosi e trattamento dell’alopecia androgenetica nelle donne

E ‘possibile curare la perdita di capelli androgenici nelle donne? Prima di suonare l’allarme e di rimanere depressi a causa del disastro imminente, dovresti assicurarti che l’intensa perdita di capelli sia causata dal tripudio degli ormoni.

Per fare questo, superare i seguenti test:

  • il livello di ormoni sessuali (estrogeni, testosterone);
  • livelli di ormoni tiroidei;
  • il livello di oligoelementi essenziali e vitamine nel corpo;
  • fototricogramma (determina la densità della crescita dei capelli e le loro condizioni).